Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. 
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.

Libri su Sirignano

Stampa

Pasquale Colucci, I prodigiosi avvenimenti del 1601 a Sirignano, Istituto Grafico Editoriale Italiano, Napoli, 2001, pp. 63

"...se voleva alzare per posare detto Crocifisso; alzò  gli occhi in facci di quello; et lo vedde sudare nella facci dalla quale facci per la barba ad bascio; et per il petto scorreva, como acqua; et questo vedendo se spaventò; et disse: don Felice vedi che lo Crocifisso suda; et scorre acqua; et detto don Felice se voltò; et tocchò dove usciva detto sudo; et se bagnò la mano; et se indenocchiò in terra, con tutte le altre gente erano in detta chiesa; et gridorno mesiricordia..."

Pasquale Colucci, Sirignano nel 1861. Un paese del Sud fra bersaglieri e briganti, Istituto Grafico Editoriale Italiano, Napoli, 2009, pp. 145

La grande massa del proletariato rurale, misero, diseredato ed impotente, sottoposto da secoli ad ogni sorta di vessazione e di umiliazione. La vecchia classe dominante borbonica, privata, in pochi mesi, di tutto il suo potere. La borghesia emergente, lanciata nella costruzione di un sogno, dopo molti decenni di lotte e di sofferenze. La verità, attraverso i documenti, su un momento storico, spesso volutamente travisato.

Pasquale Colucci, Giuseppe Caravita e Sirignano alla fine dell’Ottocento, Europrint 2000, Sirignano, 2011, pp. 138

Un fine esempio di architettura medioevale, una compagnia di pompieri provvista di tutto il macchiario, Salvatore Di Giacomo in una sera di pioggia, quattordici sontuosi equipaggi coi cocchieri vestiti alla postiglione e i colori di casa Sirignano giallo e bleu, una lacrima che vorrebbe essere di commozione ma che è di rimpianto. Un tempo e un uomo che cambiarono, sicuramente in meglio, la “piccola” storia di Sirignano.

Sirignano e d'intorni nella storia di Napoli di Antonio Napolitano

“Dopo aver coltivato ed affinato per lunghi anni il suo estro pittorico quasi “in segreto” finalmente ha deciso di venire allo scoperto, presentando  al pubblico la sua produzione artistica, cospicua e rilevante sia sotto il profilo quantitativo che sotto quello qualitativo. Pur  spaziando  anche  nelle  classiche tematiche del ritratto e della natura morta, soggetto privilegiato del Napolitano è in particolare il paesaggio, soprattutto della terra natia, che egli raffigura con intenso entusiasmo creativo.  Un entusiasmo che traspare in primo luogo da una serie di oli su tela veristicamente definiti, ma anche espressione di irrefrenabili moti del cuore e di una purissima vena narrativa che talora tracima in struggenti reticoli di fantasie ed in audaci fughe in chiave metafisica" [...]

Area riservata

Statistiche

441497
Oggi
Questa settimana
Questo mese
Totale
685
685
4411
441497

Visitors Counter

Bussola Trasparenza

Privacy e note legali

Comune di Sirignano | Piazza Aniello Colucci, 1 - 83020 Sirignano (Av) | Codice fiscale 80004370641 | P.IVA 00256240649 | Tel. 081.511.15.70 | Fax 081.511.16.25
Credits to pHpiSoft.it

Copyright 2011. Joomla 2.5 templates free.